Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Che cosa possiamo imparare da Syriza

Se s'è qualcosa da imparare da Syriza, in cima alla lista si deve mettere la loro capacità di misurarsi con la realtà che li circonda senza cercare di riprodurre modelli importati. Obama aveva fatto qualcosa del genere, con l'uso delle tecnologie ICT e del web come veicolo per raggiungere e rappresentare un soggetto collettivo che poteva essere la forza trainante per la vittoria. La rete su cui ha puntato Syriza è stata però un'altra: quella della solidarietà, materiale, piantata nel mondo fisico; perché diverso era il soggetto trainante: le vittime dell'impoverimento causato dall'austerità. Anche la libertà che annunciava Obama era diversa da quella (dal bisogno più elementare) per cui si è battuto Tsipras. Non sono dunque questi elementi che li accomunano, ma l'aver adottato schemi che funzionavano per i problemi della loro società senza rientrare nell'armamentario classico, già collaudato. E aver interpretato quei problemi con una visione chiara d…

C'è chi dice NO. E chi no.

La proposta di Civati, di un candidato NN (non-Nazareno) per il Quirinale, ha fatto rumore, come era prevedibile. Consensi e critiche, per lo più aspre. Normale, era inevitabile. Che confusione, però!
Molti se la prendono con l'esser contro “la ricerca del più ampio consenso per chi sarà il Presidente di tutti”. Come se il patto del Nazareno riguardasse il “consenso di tutti” e non del solo Berlusconi. Il consenso con Lega, Fratelliditalia, SEL e M5S, come è noto, è escluso (dall'una o dall'altra parte). Una corrente negazionista arriva perfino a sostenere che quel patto non c'entra. Come se Berlusconi e Renzi in persona non avessero vantato la “tenuta” del Patto (anche) di fronte a questa prova. E dire che hanno perfino messo in conto, in nome di quell'accordo, perdite sia in Forza Italia che, soprattutto, nel PD: al punto che per i primi tre turni si va (probabilmente, a meno di cambi di strategia dell'ultimo minuto, come spesso a Renzi piace fare) verso un gra…

Le primarie in Liguria non si possono archiviare così

Nelle conclusioni delle primarie liguri c'è davvero più di un motivo per restare sconcertati. Troppi aspetti avrebbero bisogno di una spiegazione, ammesso che ce ne sia una. Ma non arriva. Per quanto possa dispiacermi la sua scelta, comprendo la reazione di Cofferati a cui manifesto, se vale qualcosa, la personale solidarietà, mentre rilevo un preoccupante scadimento della qualità della vita interna del partito. Mettiamo in fila le cose: i sostenitori di Cofferati presentano (da notizie di stampa) 28 esposti su irregolarità delle operazioni nei seggi da parte di sostenitori della Paita; dopo cinque giorni il comitato dei garanti si pronuncia con un verdetto, di cui si pubblica solo il dispositivo (per le motivazioni si devono aspettare altri tre giorni), che annulla il voto in 13 seggi, per poco meno di 4000 voti, e convalida il risultato delle primarie sulla base del conteggio dei voti nei seggi rimanenti; il comitato non adotta alcuna sanzione a carico di coloro che hann…

Articolo 19-bis. Per saperne di più

La vicenda del decreto legge sui reati tributari con annesso "articolo 19-bis" non deve essere persa di vista. Ha molto da insegnarci.
Con spirito di servizio, a puro titolo di documentazione (per chi volesse avere sott'occhio il testo incriminato, che non si trova più sul sito di Palazzo Chigi) riproduco di seguito tutta la legge sui reati tributari (del governo D'Alema2) così come uscirebbe modificata dalla proposta di decreto legislativo, ora provvisoriamente ritirato. 
L'articolo aggiunto in extremis (articolo 19-bis della legge sui reati tributari, inserito dall'articolo 15 dello schema di decreto) spicca per la sua evidente incongruità con il resto della legge nonché con le altre modifiche apportate in base al lavoro della "commissione Gallo".

Legge sui reati tributari Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell'articolo 9 della legge 25 giugno 1999, n. 205 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficial…

Agli amici e amiche che leggono

La veste grafica è cambiata, per rendere il testo più leggibile, e ho dato anche un'altra impostazione ai post, per renderli (così spero) più "veloci".
Non perdo però il vizio di "sfidarvi" (ma innanzi tutto di sfidarmi) con ragionamenti più articolati e più meditati. Serviranno a questo le pagine, che avranno questo scopo.
Buona lettura. I commenti sono sempre graditi, le critiche ... prese nella dovuta considerazione