Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Il JOBSACT è decreto: altro che "svolta buona"!

La riforma del lavoro targata Renzi ha mosso i primi passi. Quando se ne è parlato per la prima volta, all'inizio dell'anno, la nota che conteneva un “sommario di prime azioni concrete” è stata accolta con un certo distacco perché non andava oltre un elenco di titoli. Alcuni suggestivi, altri ermetici, altri ancora, diciamo così, poco promettenti. In ogni caso si aspettava di vederne concretamente gli sviluppi, prendendo in parola Renzi che annunciava, a stretto giro, una riunione della Direzione nazionale specificamente dedicata al tema. Non se ne è fatto niente. Altre emergenze incombevano. Siamo così costretti a giudicare un fatto compiuto, un decreto che con il consueto l'iter parlamentare dovrà essere convertito in legge.
Ripartiamo dalla nota di gennaio (il “Jobs Act”) per seguire il percorso compiuto sui tre capitoli: azioni di sistema: restano all'ordine del giorno, con qualche aggiornamento; in particolare, punto chiave, la riduzione del carico fiscale p…

LA SINISTRA ALLA PROVA DELLA POLITICA DI RENZI

La politica di Renzi punta molto sull'effetto di spiazzamento. La ricerca del nuovo, nuove modalità di comunicazione, nuovi paradigmi per definire sinistra e destra, mostra di cogliere impreparata la sinistra tradizionale, intellettualmente pigra e culturalmente statica. Il moto perpetuo, lo spostamento dell'attenzione da un tema all'altro senza nessi di continuità, gli obiettivi in continua evoluzione, sembrano inibire qualunque tentativo di catalogazione, di inquadramento politico o anche solo di analisi metodica su basi razionali.Ma la sospensione del giudizio politico non è ammessa, il vuoto va colmato. Per cogliere i caratteri di fondo della dinamica che Renzi sta mettendo in atto e per disegnare, a partire da lì, un'idea di futuro. Perché la storia non finisce con Renzi e non si esaurisce nella sua avventura, comunque si sviluppi.Ragionare presente e sulla prospettiva è la ricetta. E farlo insieme, aprendo un discorso collettivo, è anche la risposta all'esalt…

Agli amici e amiche che leggono

La veste grafica è cambiata, per rendere il testo più leggibile, e ho dato anche un'altra impostazione ai post, per renderli (così spero) più "veloci".
Non perdo però il vizio di "sfidarvi" (ma innanzi tutto di sfidarmi) con ragionamenti più articolati e più meditati. Serviranno a questo le pagine, che avranno questo scopo.
Buona lettura. I commenti sono sempre graditi, le critiche ... prese nella dovuta considerazione