Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

L'accordo che non si tocca-(va)

L'accordo sulla legge elettorale appena approdato in Parlamento è lo specchio fedele delle contraddizioni del PD. Spiace dirlo, nel momento in cui l'attivismo di Renzi, il piglio con cui persegue il cambiamento, hanno portato quel partito, finalmente, a dettare l'agenda delle questioni. Ma è doveroso dirlo, perché se si abbassa la testa, andando a passo di carica si rischia di non vedere gli ostacoli. O di smarrire la rotta. Le contraddizioni più evidenti, su cui Renzi si era divertito a passare come un carro armato, sono quelle dell'area che ha retto la “ditta” fino al mese scorso, divisa ormai su quasi tutto ma non sulla strategia a cui resta ostinatamente legata benché non abbia retto fin qui alla prova dei fatti (politici). Nessuno in quel gruppo dirigente fa però mostra di volerne analizzare a fondo le cause.
Dovranno farlo, prima che sia troppo tardi. Convinti che si debba a Berlusconi l'aver creato la destra degli ultimi vent'anni (anomala nel panoram…

Agli amici e amiche che leggono

La veste grafica è cambiata, per rendere il testo più leggibile, e ho dato anche un'altra impostazione ai post, per renderli (così spero) più "veloci".
Non perdo però il vizio di "sfidarvi" (ma innanzi tutto di sfidarmi) con ragionamenti più articolati e più meditati. Serviranno a questo le pagine, che avranno questo scopo.
Buona lettura. I commenti sono sempre graditi, le critiche ... prese nella dovuta considerazione