Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

NON C'E' VITA SU MARTE ...

ma chissà, forse nel PD...
Niente da fare. La NASA ha alzato le braccia. La ricerca di tracce di forme di vita su Marte è stata un fallimento. Le tracce di metano erano un inganno. Forse l'avevamo rilasciato noi terrestri nelle nostre esplorazioni, forse era un prodotto di reazioni chimico fisiche che non avevano origine organica. Insomma, se eravate insoddisfatti della vita sulla Terra e speravate che di poterne immaginare una migliore sul pianeta rosso, rassegnatevi. Se mai c'è stata, oggi è estinta.

Le conclusioni dell'assemblea del PD hanno dato a molti l'idea che anche lì ogni forma di vita fosse estinta. Forse chi considerava quel partito una presenza aliena ha tirato un sospiro di sollievo. E in effetti in quella sala c'erano davvero pulsioni di morte: “il morto che mangia il vivo”, così Marx descrive la creazione di plusvalore nel sistema capitalistico. E davvero qualcuno ha giocato al “muoia Sansone”. Invece, nonostante tutto, c'è vita nel PD: chi ne ha…

Congresso PD 9. Un incontro istruttivo

Mi affaccio a curiosare ad un incontro pre-congressuale per costituire in un circolo PD l'associazione per Renzi (Adesso QuestoPosto). Ospite un parlamentare molto visto in TV, molto vicino a Renzi. E' diretto, assertivo: “Dobbiamo uscire da questa situazione bloccata. Il partito deve dettare la sua agenda, non subire i ricatti del PDL. Renzi può farlo.” Così cadrà Letta? “No, se saprà fare, sulla spinta del partito, il bene del Paese. Finché lo farà, il PD di Renzi lo appoggerà.
Un militante di lungo corso, molto critico sul PD attuale, interroga: “Il Parlamento è diviso in tre. E lo sarebbe anche dopo eventuali elezioni. Vuol dire che il PD di Renzi, per attuare la sua agenda, andrebbe a cercare i voti in Parlamento e se non avesse l'appoggio del PDL lo chiederebbe all'altra parte?” La risposta del parlamentare, lunga e articolata, ruota attorno al concetto che le elezioni si possono vincere. La voce dalla platea insiste: “Ma se non si vota? E se non avremo la magg…

Congresso PD 8. Che farà Matteo Renzi?

Non vorrei apparire il classico Pierino Guastafeste, ma Matteo Renzi non lo vedo affatto bene. Rischia di vincere il congresso ma di perdere il PD.
“Non sarò la vostra foglia di fico. Con voi dietro, mi fate perdere” aveva detto appena una settimana prima. Ma a Genova, davanti alla folla (in effetti, 5 volte quella di Letta e di Epifani) si è fatto prendere dall'entusiasmo: “Basta con le correnti. Sarò il segretario di un PD unito!”. Senza però chiarire se aveva in mente l'unità dei capicorrente o quella del popolo di sinistra che intende riprendersi un partito davvero democratico, aperto, dinamico, che non tradisca gli elettori rinunciando a battersi per le proposte su cui aveva chiesto il voto. Lasciando questa ambiguità irrisolta, ha consentito ai capicorrente più “agili” di scegliere rapidamente l'interpretazione per loro più conveniente: “saremo uniti dietro di te”. E ora che farà?
Si farà convincere dai più baldanzosi che lo esortano ad accettare la sfida perché dann…

Agli amici e amiche che leggono

La veste grafica è cambiata, per rendere il testo più leggibile, e ho dato anche un'altra impostazione ai post, per renderli (così spero) più "veloci".
Non perdo però il vizio di "sfidarvi" (ma innanzi tutto di sfidarmi) con ragionamenti più articolati e più meditati. Serviranno a questo le pagine, che avranno questo scopo.
Buona lettura. I commenti sono sempre graditi, le critiche ... prese nella dovuta considerazione